• 1
  • 2
  • 3
Prev Next

Pronto il programma del Convegno biblico…

Pronto il programma del Convegno biblico diocesano

Diffuso il programma per il convegno biblico (edizione numero 16) del prossimo 22 gennaio all’istituto salesiano «Agosti» di Belluno dall'Ufficio diocesano per l'annuncio e la catechesi, diretto da don Luciano Todesco. Il tema, «Nella gioia del Vangelo. Dai vangeli alle situazioni di vita». L'accoglienza inizia alle 8 per concludersi con la preghiera delle 8.30. I lavori entrano nel vivo...

Read more

L'amore di Cristo e la riconciliazione: …

L'amore di Cristo e la riconciliazione: a Belluno-Feltre la Settimana di preghiera per l'unità dei cristiani

Novità e riconciliazione. Inizia mercoledì 18 gennaio la settimana di preghiera per l’unità dei Cristiani. Il brano biblico proposto alla riflessione dei cristiano di tutte le confessioni è tratto dalla Seconda lettera ai Corinzi (5,14-20): «L’amore di Cristo ci spinge alla riconciliazione». Sono due le parole chiave del testo: novità, riferita alla realtà inedita introdotta dalla Resurrezione di Cristo, e...

Read more

Dal Maghreb alle Dolomiti, cena multietn…

Dal Maghreb alle Dolomiti, cena multietnica per i terremotati

Il Movimento dei focolari della diocesi di Belluno-Feltre assieme alla Comunità musulmana di Belluno organizzano una cena multietnica sabato 28 gennaio; l'offerta libera sarà devoluta a favore dei terremotati del centro Italia. Il menu va dalle Dolomiti al Maghreb, in cui la pasta e fagioli si alterna col cous cous. Seduti attorno alle tavole del Centro parrocchiale di Belluno-Cavarzano, i...

Read more

don milani

In occasione del 50esimo anniversario della morte di don Lorenzo Milani, il Comitato «Belluno, Comunità che educa» promotore del progetto «Don Milani: memoria, attualità, sogno», porta in provincia una mostra fotografica itinerante dedicata alla vita e all’opera del priore di Barbiana. Attraverso la mostra, dal titolo «Barbiana: il silenzio diventa voce» prodotta dalla Fondazione «Don Lorenzo Milani» si intende offrire un’ occasione di riflessione sull’educazione, la scuola e la cittadinanza, con particolare attenzione agli aspetti della partecipazione e dell’inclusione. L’intento è di rivolgersi non solo al mondo della scuola, ma a tutta la comunità civile e religiosa, chiamata oggi più che mai a collaborare e cercare visioni comuni per rispondere al compito educativo che l’ interpella. Ci si prefigge inoltre di far conoscere ai giovani la figura di don Lorenzo Milani, la sua storia e il suo messaggio educativo, nella convinzione che possano ancora oggi favorire nei ragazzi la riflessione critica, la condivisione ed espressione delle proprie idee, lo spirito collaborativo, la motivazione all’apprendimento, la partecipazione attiva. A Belluno la mostra sarà aperta, grazie alla collaborazione con l’amministrazione comunale, presso la sala Cubo della Crepadona dal 14 al 28 gennaio, i pomeriggi dal martedì al sabato (sabato 21 e 28 anche la mattina; anche mercoledì e venerdì mattina). C’è la possibilità di prenotare visite guidate e laboratori didattici. L’inaugurazione della mostra è sabato 14 alle 16 in prefettura; interventi di Frediano Sessi, Innocente Pessina, del Vescovo Renato Marangoni. Al Comitato «Belluno, comunità che educa» aderisce la diocesi di Belluno-Feltre. Don Graziano Dalla Caneva, direttore dell'Ufficio per l'educazione, la scuola e l'università è componente del Comitato promotore.

Clicca qui per scaricare la locandina della mostra.

Clicca qui per tutto il programma di «Don Lorenzo Milani: memoria, attualità, sogno».

Belluno giornata della pace 78

«Questo giorno è l’ottavo dal Natale. Significa e comporta che le “nuove cose” accadute nel giorno della nascita di Gesù Cristo in un angolo sperduto di questo mondo, in un frangente di tempo determinato – che ancora oggi non conosciamo con precisione – queste “cose nuove” entrano in ogni tempo». Così ha iniziato l'omelia il primo giorno del nuovo anno il Vescovo Renato Marangoni, nella Santa Messa celebrata in Cattedrale (nella foto) nella solennità di santa Maria madre di Dio. «Dove attingeremo le “cose nuove” che tutti ci auguriamo all’inizio di questo anno civile? Ce lo diciamo qui, in questo ottavo giorno, come comunità raccolta nella fede per cercare e ritrovare il dono della pace e per riprometterci la responsabilità ad esserne operatori: Cerchiamo il volto di Dio che risplende in ogni volto umano; ascoltiamo lo Spirito di Cristo che è nel cuore di tutti; riconosciamo ad ogni persona la dignità di essere figlio / figlia». Prima della celebrazione, il Vescovo Renato aveva partecipato al Cammino della pace da piazza Vittorio Emanuele a piazza Duomo, organizzato dagli uffici diocesani con «Insieme si può...» e «Libera». Con lui molte persone, tra cui gli esponenti della Comunità islamica, della Chiesa ortodossa rumena, della Comunità evangelica di Sedico, della comunità Baha'i.

Clicca qui per il testo integrale dell'omelia.

Belluno vescovo Marangoni messa di ingresso 20Scarica il testo in .doc e in .pdf

Alle comunità parrocchiali della Chiesa di Belluno-Feltre,

in particolare ai presbiteri, ai Consigli pastorali,

a quanti sono chiamati a un servizio di progettazione e di animazione in parrocchia

 

In queste ultime settimane, a ridosso della stagione estiva, dopo il «passaggio di pastorale» dal vescovo Giuseppe - a cui va la nostra vivissima riconoscenza - e il nuovo vescovo Renato, il Consiglio pastorale diocesano, si è incontrato alzando lo sguardo sul cammino del prossimo anno pastorale 2016-2017. È stato così rinnovato l’impegno ad accompagnare la vita della comunità diocesana con l’attenzione a cogliere i passi futuri da condividere insieme. Ne è nato un testo di raccolta di alcune «cose necessarie» che tutte le comunità parrocchiali sono invitate ad accogliere, a fare proprie e a elaborare localmente. Nell’intento di favorire uno spirito di condivisione spirituale e pastorale sono stati elaborati quattro punti che consegniamo, dopo il dovuto discernimento fatto assieme al vescovo Renato e dopo aver consultato i responsabili degli Uffici diocesani di pastorale. Preme precisare che questi quattro punti nella forma di quattro domande non esauriscono la progettazione pastorale che dovrebbe avvenire sia a livello di parrocchie e sia, in via sussidiaria, a livello foraniale. La loro insistenza riguarda il clima da attivare e da condividere. Si tratta di una «intonazione» che auspichiamo diventi un terreno comune per le nostre parrocchie per «camminare insieme». Sono pensate a partire dagli orientamenti più generali della Chiesa italiana, delle consegne a essa di Papa Francesco e, soprattutto, sono in vista di ciò che matureremo nel cammino successivo dei prossimi anni, per primo il rinnovo degli organismi pastorali come espressione di una corresponsabilità e di una chiarificazione nell’azione pastorale. Cercheremo di sostenere e accompagnare, nel corso dell’anno, il cammino della nostra Chiesa con ulteriori strumenti che si rendessero necessari. Premettiamo al testo elaborato le parole che Papa Francesco ha rivolto ai delegati di tutte le Diocesi italiane nel Convegno nazionale tenuto a Firenze dal 9 al 13 novembre 2015.

 

 Raccogliamo e poniamo le nostre attese, le nostre fatiche, il nostro comune impegno «nella gioia del Vangelo». Il Signore Gesù, volto della misericordia del Padre, ci benedica!

 

1 luglio 2016

 

Il Consiglio pastorale diocesano - il Vescovo Renato

Leggi tutto: «Nella gioia del Vangelo». Gli Orientamenti pastorali per il 2016-2017

GOSALDO Veduta locSono pronti e a disposizione di chiunque visiterà in estate la diocesi di Belluno-Feltre i pieghevoli che riportano gli orari di tutte le celebrazioni eucaristiche festive e prefestive. Sono diffusi a cura dell’Ufficio diocesano per la pastorale del tempo libero, turismo e sport. Le due edizioni, una per l'Agordino, il Cadore, Cortina d'Ampezzo e Zoldo, la seconda per l'Alpago, il Nevegàl e il Feltrino, si aprono con il saluto del Vescovo Renato Marangoni, che invita a «uno sguardo verso l’Alto, per un sospiro di silenzio rivolto al Creatore, per il sussurro di una preghiera, per una fraternità condivisa nelle nostre celebrazioni in particolare nella Messa domenicale». Ancora il Vescovo sottolinea come «Siamo contenti di condividere il dono straordinario di queste montagne con quanti cercano momenti e spazi di ricarica fisica e interiore, con quanti sentono il bisogno di momenti di condivisione e di relazioni più serene e profonde. Il nostro saluto è anche il desiderio di un’amicizia che vorremmo condividere. Sentiamo che tutti voi che ci raggiungete e ci incontrate in queste nostre terre siete portatori di un dono. Il vostro tempo libero e le vostre attività di sport, di svago, di amicizia, di riposo si incontrano con il nostro impegno di ospitalità».

Sono riportati anche gli orari delle confessioni e l’invito a visitare il santuario del Nevegàl, la basilica-santuario dei santi Vittore e Corona (per il pieghevole della Valbelluna) e il Museo diocesano di arte sacra a Feltre.

Clicca qui per scaricare il pieghevole dedicato all'Agordino e al Cadore e qui per scaricare quello dedicato all'Alpago, al Nevegàl e al Feltrino.