Messaggio del Vescovo per la Giornata del Seminario (solennità dell'Assunzione di Maria al cielo, 15 agosto)

Al cuore del periodo estivo e nel contesto di una festa mariana molto sentita - il 15 agosto - la diocesi di Belluno-Feltre guarda al Seminario diocesano con sentimenti di affetto e si coinvolge con un gesto di sostegno. In quest’anno ancora di più, anche se con una certa apprensione: il 21 maggio scorso è stato ordinato prete un solo nostro seminarista e dopo di lui - con uno stacco di alcuni anni - qualche altro giovane sta guardando con interesse e con disponibilità a esso.

Il Seminario non è solo un luogo e un edificio, ma è una diocesi che vive e si proietta nel futuro, è memoria viva di crescita e di formazione di tanti preti, è un’esperienza dove si cerca e si accoglie come un dono la propria vocazione. Le modalità e le forme con cui questa esperienza si concretizza sono cambiate negli anni con le persone che l’hanno frequentata, ma questa esperienza resta nella sua sostanza e nel suo intento di fondo.

Invito tutte le comunità ecclesiali a donare la propria preghiera affinché questa esperienza formativa sia all’altezza di questo nostro tempo e sappia intrecciare il sogno di Dio con i sogni dei giovani che si rendono disponibili a essa. Papa Francesco, a Cracovia, ha invitato le nuove generazioni a lasciare la loro impronta nella storia e a non svendere il proprio futuro.

Pregheremo, dunque, perché ci sia un futuro di preti per la nostra Chiesa di Belluno-Feltre. Accanto alla preghiera, invito tutte le comunità a dare sostegno economico al nostro Seminario perché - anche in questo fondamentale aspetto - esso possa attivarsi per il bene dei giovani che il Signore chiamerà a questa esperienza. Facciamolo con gratitudine e con fiducia, ponendo così un segno di incoraggiamento.

Nella memoria del santo Curato d’Ars, 4 agosto 2016
                                + Renato, vescovo

A tutte le comunità della nostra diocesi.
Un primo gruppo di giovani delle nostre parrocchie ha già iniziato il viaggio verso Cracovia in Polonia. Un secondo gruppo più consistente partirà lunedì 25 luglio. Dunque 140 giovani, accompagnati da alcuni preti e dal vescovo, vivranno con papa Francesco e con tantissimi altri di tutto il mondo l’iniziativa della Giornata mondiale dei giovani, che si concluderà domenica 31 luglio.
È un’ondata di energia e di vivacità che diventerà anche intensità di fede e di preghiera nella terra di san Giovanni Paolo II. Ci sarà tanta voglia di amicizia e di autenticità, tanta attesa di un futuro più bello per tutti. L’appuntamento che papa Francesco ha dato ai giovani ha questo tema ispirato dal Vangelo: Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio.
Mi sta a cuore sollecitare tutte le comunità parrocchiali ad accompagnare con affetto e a sostenere con la preghiera i giovani della nostra diocesi. Invito a farlo soprattutto nelle celebrazioni eucaristiche di domenica 24 e 31 luglio.
Auspico che al loro rientro le comunità possano prevedere dei momenti di ascolto delle loro testimonianze.
Grazie e sentiamoci tutti in viaggio con questi nostri giovani!
18 luglio 2016
Il vescovo Renato

A tutti coloro che saranno tra noi nel periodo estivo: siate benvenuti!

Tutti noi che formiamo la Chiesa di Belluno-Feltre porgiamo un cordiale saluto di accoglienza alle persone, alle famiglie, ai gruppi che trascorreranno alcuni giorni di vacanza in questo straordinario territorio delle Dolomiti con le sue vette e le sue valli, con la sua popolazione fatta di un concerto di tradizioni e di culture. Siamo contenti di condividere il dono straordinario di queste montagne con quanti cercano momenti e spazi di ricarica fisica e interiore, con quanti sentono il bisogno di momenti di condivisione e di relazioni più serene e profonde. Il nostro saluto è anche il desiderio di un’amicizia che vorremmo condividere. Sentiamo che tutti voi che ci raggiungete e ci incontrate in queste nostre terre siete portatori di un dono. Il vostro tempo libero e le vostre attività di sport, di svago, di amicizia, di riposo si incontrano con il nostro impegno di ospitalità. Poniamo in questo il nostro augurio: state bene!

Intendiamo offrirvi, in particolare, la nostra ospitalità nelle comunità cristiane che trovate presenti ovunque in questi nostri paesi, seppure nella forma di piccoli nuclei di persone. Il nostro segno più manifesto sono gli edifici delle tante chiese e chiesette seminati ovunque. Vi invitiamo per uno sguardo verso l’Alto, per un sospiro di silenzio rivolto al Creatore, per il sussurro di una preghiera, per una fraternità condivisa nelle nostre celebrazioni in particolare nella Messa domenicale. Vi esprimiamo il nostro grazie. La condivisione più bella che vorremmo con voi è la
fraternità di cui parla il Vangelo e che Gesù ci ha consegnato come una grande promessa per tutti e per un futuro migliore.

A nome di tutta la Chiesa di Belluno - Feltre,


il nuovo vescovo Renato Marangoni

A tutti coloro che saranno tra noi nel periodo estivo: siate benvenuti!

Tutti noi che formiamo la Chiesa di Belluno-Feltre porgiamo un cordiale saluto di accoglienza alle persone, alle famiglie, ai gruppi che trascorreranno alcuni giorni di vacanza in questo straordinario territorio delle Dolomiti con le sue vette e le sue valli, con la sua popolazione fatta di un concerto di tradizioni e di culture.

Siamo contenti di condividere il dono straordinario di queste montagne con quanti cercano momenti e spazi di ricarica fisica e interiore, con quanti sentono il bisogno di momenti di condivisione e di relazioni più serene e profonde.

Il nostro saluto è anche il desiderio di un’amicizia che vorremmo condividere. Sentiamo che tutti voi che ci raggiungete e ci incontrate in queste nostre terre siete portatori di un dono. Il vostro tempo libero e le vostre attività di sport, di svago, di amicizia, di riposo si incontrano con il nostro impegno di ospitalità.

Poniamo in questo il nostro augurio: state bene!

Intendiamo offrirvi, in particolare, la nostra ospitalità nelle comunità cristiane che trovate presenti ovunque in questi nostri paesi, seppure nella forma di piccoli nuclei di persone. Il nostro segno più manifesto sono gli edifici delle tante chiese e chiesette seminati ovunque. Vi invitiamo per uno sguardo verso l’Alto, per un sospiro di silenzio rivolto al Creatore, per il sussurro di una preghiera, per una fraternità condivisa nelle nostre celebrazioni in particolare nella Messa domenicale.

Vi esprimiamo il nostro grazie. La condivisione più bella che vorremmo con voi è la fraternità di cui parla il Vangelo e che Gesù ci ha consegnato come una grande promessa per tutti e per un futuro migliore.

A nome di tutta la Chiesa di Belluno- Feltre,

il nuovo vescovo Renato Marangoni Normal 0 14 false false false IT X-NONE HE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:8.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:107%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-fareast-language:EN-US; mso-bidi-language:AR-SA;}

Pagina 7 di 20