Belluno vescovo Marangoni messa di ingresso 8

Una lettera che, all'inizio della Quaresima, intende incoraggiare «laici e sacerdoti» che «hanno preparato i Giorni dello Spirito e di comunità». «Vorrei suggerire a tutti di lasciarsi vincere da atteggiamenti, parole e gesti amanti», scrive il Vescovo Renato, sulla linea del Vangelo del mercoledì delle Ceneri: «Quando digiuni, profumati la testa e lavati il volto» (Mt 6,1-6.16-18). Il tutto è orientato alla cura delle relazioni: «C'è del profumo da emettere attorno al Vangelo, c'è una lavata e una risciacquata da darsi per rinfrescare le nostre relazioni e affinarle di trasparenza...». Ne trarrà vantaggio anche la testimonianza, «più fluida e autentica». Il Vescovo incoraggia anche all'uso delle proposte che vengono dal Centro missionario diocesano.

La sintesi dei «Giorni dello Spirito e di comunità», nelle parole del Vescovo, si riduce a «dall'ascolto alla condivisione»: «Ciò che nasce dall'ascolto della Parola e dall'ascolto reciproco non può che diventare condivisione nella carità; ascoltare e condividere sta nel cuore del Vangelo». 

Leggi il testo integrale della lettera del Vescovo.