Villa gregoriana Palus San Marco sfondo montagne«Il lavoro che vogliamo. Il lavoro che sarà»: far dialogare le istanze della società con quelle dell’economia politica e della finanza è l’obiettivo della due giorni di approfondimento, di dialogo e di confronto proposta dall’Ufficio per la pastorale sociale e il lavoro della diocesi di Belluno-Feltre a Palus San Marco (Villa gregoriana) sabato 2 e domenica 3 settembre. Due i relatori principali: Luca Grion, docente all’università di Udine e presidente del Centro studi «Jacques Maritain» e Daivde Girardi, dottore in sociologia e ricercatore della Fondazione Nordest. Grion è direttore della Scuola di politica ed etica sociale - Spes - promossa dall'Arcidiocesi di Udine in collaborazione con l'Ufficio nazionale per i problemi sociali e del lavoro della Conferenza episcopale italiana. Sposato e padre di tre bimbi, vive a Majano (Ud); al convegno interverrà sabato 2 settembre con due relazioni: alle 9.30 «Etica, economia e politica: la geometria spezzata» il titolo della prima cui seguirà, alle 11, «Ecologia integrale per un mondo che cambia». Davide Girardi prenderà la parola dapprima alle 16 per il tema «La quarta rivoluzione industriale: evoluzione dell’esistente o nuova fase?» e alle 17.45 per «Lavoro 4.0 - industria 4.0 e le implicazioni per i laboratori». La domenica è riservata, oltre che alla celebrazione eucaristica, a una tavola rotonda moderata da Stefano Perale sulle buone pratiche a proposito di un lavoro libero, creativo, partecipativo e solidale. I focus del convegno sono la svalorizzazione del lavoro a opera della finanza, il lavoro come luogo di relazione oltre che di produzione, i condizionamenti della digitalizzazione e della robotica sulle dinamiche future del lavoro… tutto questo sotto il cappello della quarta rivoluzione industriale, dopo quelle della macchina a vapore, dell’elettricità e del petrolio, dell’elettronica, delle comunicazioni e dell’informatica. Le iscrizioni sono già aperte presso il direttore dell’Ufficio don Mario Doriguzzi (0437.96.74.06), Urbano Bona (329.40.51.484) o la Colonia Villa gregoriana (0435.49.70.81). Chi desidera raggiungere la Villa gregoriana il venerdì sera deve comunicarlo al momento dell’iscrizione; le quote di iscrizione variano a seconda dell’età (gratis i bambini fino ai 5 anni) e se ci si porta o meno lenzuola e asciugamani. Le coppie con prole possono portare i figli, che saranno seguiti da alcuni giovani volontari. Clicca qui per scaricare il pieghevole.

CplIl conflitto è un tipo di relazione con gli altri che sperimentiamo a tutti i livelli della vita sociale, a partire dall’ambiente primario che è quello familiare. I conflitti sono inevitabili e possono portare vera crescita se non vi si resta prigionieri e si trova il modo di andare «oltre». La Bibbia ha al suo interno un libro che narra una storia familiare. È il libro di Tobia che racconta le vicende di Tobi e della moglie Anno, e del loro figlio Tobia e di Sara sua sposa. Anche in questa famiglia troviamo il conflitto. Negli esercizi spirituali brevi dedicati alle copie, con la partecipazione dei loro figli, che si tengono da venerdì 21 a domenica 23 aprile a S. Giustina bellunese presso il Centro Papa Luciani interrogheremo la famiglia di Tobi e pregheremo sui testi del libro di Tobia per lasciarci istruire da Dio su come andare i «Oltre il conflitto» e così vedere come «la coppia si apre a uno sguardo di libertà». L’esperienza sarà guidata dagli sposi Giada e Alberto Tosetto, dal gesuita padre Sergio Cavicchia e da don Francesco De Luca; e mentre i genitori svolgeranno le loro attività alcuni animatori saranno a disposizione per accompagnare i bambini.

Il conflitto è un tipo di relazione con gli altri che sperimentiamo a tutti i livelli della vita sociale, a partire dall’ambiente primario che è quello familiare. I conflitti sono inevitabili e possono portare vera crescita se non vi si resta prigionieri e si trova il modo di andare «oltre».

La Bibbia ha al suo interno un libro che narra una storia familiare. È il libro di Tobia che racconta le vicende di Tobi e della moglie Anno, e del loro figlio Tobia e di Sara sua sposa. Anche in questa famiglia troviamo il conflitto.

Negli esercizi spirituali brevi dedicati alle copie, con la partecipazione dei loro figli, che si tengono da venerdì 21 a domenica 23 aprile a S. Giustina bellunese presso il Centro Papa Luciani interrogheremo la famiglia di Tobi e pregheremo sui testi del libro di Tobia per lasciarci istruire da Dio su come andare i «Oltre il conflitto» e così vedere come «la coppia si apre a uno sguardo di libertà».

L’esperienza sarà guidata dagli sposi Giada e Alberto Tosetto, dal gesuita p. Sergio Cavicchia e da don Francesco De Luca; e mentre i genitori svolgeranno le loro attività alcuni animatori saranno a disposizione per accompagnare i bambini. 

Fulvio Ferrario«La libertà del cristiano. A 500 anni dalla Riforma». Il tema sarà trattato da Fulvio Ferrario, decano della facoltà valdese di teologia di Roma e docente in vari istituti universitari tra cui l’Istituto di studi ecumenici «San Bernardino» di Venezia. L’appuntamento è per venerdì 21 aprile alle 17.30 alla sala «Gaio» del Centro diocesano «Giovanni XXIII».
L’iniziativa, organizzata dal gruppo bellunese del Sae, intende promuovere una riflessione sulla Riforma proposta mezzo millennio fa da Lutero e che oggi conta milioni di fedeli in tutto il mondo. Non va dimenticato che è proprio in ambito evangelico che è nato il movimento ecumenico, in cui la Chiesa cattolica, seppur con molta convinzione e da autentica protagonista, è entrata dopo le chiese del protestantesimo storico. Di quanto proposto da Lutero cinquecento anni fa quanto resta ancora da recepire? È possibile che proprio dalla Confessione di Augusta del 1530, come hanno sostenuto qualche anno fa le chiese tedesche, possa venire la base per una riflessione ecclesiologica non più divisiva? Sono certo interrogativi molto impegnativi su cui però vale la pena di mettere in gioco le proprie convinzioni. Al termine dell’incontro, Fulvio Ferrario, che è anche pastore, presenzierà ai Vespri celebrati nella chiesa di san Rocco a Belluno (a partire dalle 19.30) e detterà la predicazione.

Pagina 3 di 52