Pellegrinaggio a RomaBuon successo per il tradizionale pellegrinaggio diocesano a Roma, presieduto dal Vescovo, svoltosi dal 24 al 28 settembre. Il gruppo (qui ritratto sulla scalinata della basilica di Pompei) ha potuto anche visitare gli scavi della basilica dei santi Silvestro e Martino ai monti, dove per la prima volta venne proclamato in Occidente il simbolo niceno. Il 28 settembre, giorno anniversario della morte del servo di Dio papa Albino Luciani – Giovanni Paolo I, monsignor Andrich ha celebrato la Santa Messa nella basilica di san Pietro e ha accompagnato il gruppo nelle Grotte vaticane, alla tomba del primo Giovanni Paolo.

Leggi tutto: Pellegrinaggio a Roma

don Chino BiscontinDopo il ritiro spirituale di ottobre, con le meditazioni dettate dal vescovo, monsignor Giuseppe Andrich, inizia giovedì 24 ottobre il programma di aggiornamento del clero diocesano, tradizionalmente conosciuto come «Cattedra del Concilio»: è stato grazie al Vaticano II che Belluno-Feltre conosce la tradizione degli incontri periodici di formazione permanente dei sacerdoti.

Il primo incontro, al Centro «Papa Luciani»« dalle 9 alle 12, è dedicato a «San Francesco, il mercante che scelse la povertà» e sarà guidato da don Chino Biscontin, sacerdote di Concordia-Pordenone docente di omiletica e pastorale speciale alla Facoltà teologica del Triveneto. Don Chino Biscontin è autore noto nel panorama ecclesiale italiano (ha firmato, a esempio, «Le ultime ore di Gesù», «Come è fatto un cristiano»; l’ultima fatica editoriale è dedicata proprio a san Francesco).

Leggi tutto: Formazione permanente dei sacerdoti

Convocazione diocesana 15 settembre 2013 webÈ stata diffusa la Nota pastorale della diocesi di Belluno-Feltre per il periodo 2013-2014, composta dal vescovo Giuseppe Andrich. Come il Vescovo stesso ha tenuto a sottolineare, il testo è però il portato di un lavoro collegiale che ha coinvolto nella redazione laici e sacerdoti, soprattutto componenti del Consiglio pastorale e del Consiglio presbiterale di Belluno-Feltre. Il titolo del documento, «Lui deve crescere», è una frase evangelica e allude al compito educativo che la comunità diocesana intende promuovere come obiettivo dei prossimi mesi. Il Vescovo ha presentato «Lui deve crescere» nel Duomo di Belluno, in una convocazione di 700 persone apertasi alle 15 di questo pomeriggio. A tutti i presenti è stato fatto omaggio del testo.

 

I messaggi principali della convocazione, moderata da don Francesco Santomaso - diversa dalle passate edizioni proprio per il numero di interventi programmati, ben nove - riguardano le condizioni in cui si può svolgere il compito educativo, che ha come presupposto imprescindibile una comunità concorde di adulti: l’educazione dei giovani e dei ragazzi, sia verso i valori umani che verso la fede, non prospera se non è seminata nel terreno della collaborazione tra gli adulti. Per la Chiesa diocesana, inoltre, nella cultura di oggi c’è un equivoco circa l’educazione: si dice “educazione”, ma si realizza “istruzione”, quasi “addestramento” in vista di particolari funzioni (nella scuola risuonano come un mantra le parole “competenze” o “abilità” ma circolano meno parole come “formazione integrale”). Nella meditazione iniziale del rettore del Seminario, don Attilio Zanderigo, Belluno-Feltre si presenta come comunità che si impegna a educare i giovani al perdono e al ringraziamento; una comunità che accoglie senza precomprensioni, con particolare riferimento alle famiglie che chiedono il catechismo per i loro figli.

         L’intervento conclusivo di monsignor Andrich, intessuto di ricordi personali e delle parole del Papa all’ultima udienza generale, è stato tutto dedicato al rapporto con la Chiesa intesa come comunità di persone. «La Chiesa - ha detto il Vescovo - non è se non le anime di coloro che ci credono». Le linee programmatiche del discorso del Vescovo: la parrocchia è la protagonista dell’attività pastorale, l’importanza della formazione dei sacerdoti e del Seminario, ripresa dell’attenzione verso i diaconi permanenti. Tra le associazioni presenti, i volontari dell’Unitalsi e gli Scout. 

 

Pagina 50 di 52