• 1
  • 2
  • 3
Prev Next

A Lamon i cinquantesimi di ordinazione s…

A Lamon i cinquantesimi di ordinazione sacerdotale

Lo scorso 29 giugno la comunità lamonese si è riunita come ogni anno e questa volta non solo per festeggiare la ricorrenza del patrono, san Pietro apostolo, ma anche per ricordare il cinquantesimo anniversario di ordinazione dei sacerdoti diocesani ordinati nel 1967. Il 28 giugno - e proprio nel duomo del Sacro Cuore - erano stati ordinati don Liviano Bernardi,...

Read more

Morto il diacono Vittorio Dalla Cort

Morto il diacono Vittorio Dalla Cort

Giovedì 6 luglio 2017, all’alba, è spirato presso la Casa di riposo «Padre Kolbe» di Pedavena, dov’era ricoverato da alcuni mesi, il diacono permanente Vittorio Dalla Cort. Nato a Sovramonte il 5 settembre 1947, mentre la mamma era all’alpeggio con le mucche, era poi vissuto sempre a Santa Giustina con la sua famiglia. Da ragazzo era entrato in seminario con...

Read more

Pastorale sociale, due giorni per prepar…

Pastorale sociale, due giorni per prepararsi al lavoro 4.0

«Il lavoro che vogliamo. Il lavoro che sarà»: far dialogare le istanze della società con quelle dell’economia politica e della finanza è l’obiettivo della due giorni di approfondimento, di dialogo e di confronto proposta dall’Ufficio per la pastorale sociale e il lavoro della diocesi di Belluno-Feltre a Palus San Marco (Villa gregoriana) sabato 2 e domenica 3 settembre. Due i...

Read more

S SimonSi terrà quest’anno la decima edizione degli Esercizi spirituali comunitari itineranti sul Cammino delle Dolomiti, organizzata a cura dell’Ufficio diocesano cultura e stili di vita in montagna. Le riflessioni lungo il cammino, in sintonia con il tema pastorale diocesano dell’anno, saranno condotte da don Luis Canal e don Alessio Strappazzon e centrate sul tema: «La vostra tristezza si muterà in gioia (Gv 16-20) », con qualche spunto di riflessione, a cento anni di distanza, su «el an de la fan», l’anno della fame, durante la prima guerra mondiale. Quest’anno verrà percorso l’itinerario da Falcade al santuario di Santa Maria delle grazie.

Il ritrovo dei partecipanti per la partenza è programmato giovedì 24 pomeriggio presso il piazzale dello Stadio comunale di Belluno, da dove si partirà in corriera riservata verso l’Istituto alberghiero di Falcade, con sistemazione per il pernottamento all’arrivo; dopo la cena, si terrà un primo momento serale comunitario. Nelle giornata di venerdì 25 si resterà in val del Biois, camminando lungo un tratto della digressione E del Cammino delle Dolomiti, passando per Somor, Falcade Alto, Molino, dove è previsto un incontro con l’artista Dunio Piccolin e la visita al Museo Murer; si raggiungerà quindi il villaggio San Giusto per la pausa pranzo; nel pomeriggio, attraversando la piana di Falcade si raggiungerà Canale d’Agordo, dove si visiterà il nuovo Museo Albino Luciani e sarà celebrata la Santa Messa. Rientro quindi a piedi a Caviola, per la cena. In serata momento comunitario, in collaborazione con le associazioni locali, quindi rientro per il pernottamento all’Istituto alberghiero di Falcade. Sabato 26 si camminerà ancora lungo un altro tratto della digressione E, passando per le frazioni di Marmolada, Meneghina, Sappade, Tabiadon di Val, Tegosa, Feder, Fregona e Carfon, imboccando poi un sentiero per Toffol, passando quindi per Andrich e da qui, su sentiero, raggiungendo la chiesa di San Simon di Vallada, dove è prevista la sosta per il pranzo al sacco e la celebrazione della S. Messa. Nel primo pomeriggio si riprenderà il cammino, in salita, verso forcella S. Tomaso (sosta), iniziando poi la discesa, lungo l’itinerario della tappa numero 10 del Cammino delle Dolomiti, per raggiungere nel tardo pomeriggio Celàt di San Tomaso Agordino, dove ci si sistemerà per il pernottamento e si cenerà, in pizzeria, con un momento serale di incontro con la comunità locale. Domenica 27 si camminerà, con zaino in spalla, seguendo l’itinerario delle tappe numero 10 e 11 del Cammino delle Dolomiti, passando per le frazioni di Pecol e scendendo quindi a Forchiade, risalendo poi a Masarè e costeggiando il lago di Alleghe, sul lato opposto al paese, per raggiungere il santuario della Madonna delle Grazie, dove sarà celebrata la Santa Messa, a fine mattinata. A seguire il pranzo presso il vicino hotel «Sasso bianco» e, dopo un breve momento comunitario conclusivo, rientro in corriera riservata a Belluno, con partenza nel primo pomeriggio e arrivo a Belluno nel pomeriggio (a seconda del traffico). Le iscrizioni resteranno aperte presso la nuova sede dell’agenzia «Plavis» di Belluno fino a venerdì 18 agosto 2017, ma chiuderanno all’esaurimento dei 50 posti. Alla Plavis (clicca qui per scaricare il modulo e di seguito per la mail dell'Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) ci si potrà rivolgere per ogni informazione e per saldare la quota di iscrizione sul nuovo conto corrente bancario. Un’esperienza intensa, da vivere in comunità, per rientrare alle proprie case, stanchi, ma ritemprati nello spirito e felici per aver sperimentato come la tristezza può mutarsi in gioia.